Appello per un “Italy Aid 2019”

Io vorrei sapere dove si sono andati a cacciare tutti i fieri democratici del mondo dello spettacolo, della musica, delle arti.

Non parlo – ovviamente – dei quattro gatti che hanno fatto endorsement (legittimo) a Salvini, come Albano e Malgioglio; è la loro scelta, francamente non ci mancano.

Mi riferisco alla pletora di stimati artisti che negli anni abbiamo sentito cantare di giustizia sociale, solidarietà, progresso, mondialismo, pace tra le persone e tra i popoli.

Buoni sentimenti che avevamo preso per sinceri, e credo che lo fossero; tuttavia stentiamo ora sentir risuonare ad alto volume gli Ombelico Del Mondo, i Mio Fratello Che Guardi Il Mondo, i Vengo Dalla Luna, i Si Può Dare Di Più. Che fine hanno fatto?

In questo momento storico la politica che dava voce e azione a quei sentimenti è purtroppo soccombente, piegata dalle sconfitte elettorali e dal viluppo di contraddizioni intrapartitiche sulle quali, ahimè, nel breve termine non possiamo che stendere un velo pietoso.

Ma la politica partitica non è, fortunatamente, l’unico modo per esprimere un sentimento sociale e una conseguente azione collettiva; esiste, così ci hanno detto e così andiamo ripetendo da anni, la “società civile”, mitico serbatoio di energie che attendono solo una scintilla per scendere in campo a favore delle istanze più nobili di solidarietà e tutela dei diritti civili.

L’Italia da un lato soffre di piaghe croniche, stratificate un decenni di sviluppo squilibrato e crisi profonde; dall’altro si è affidata a dilettanti della politica, che esauriranno le sue risorse morali ed economiche nel tentativo di mantenere un consenso clientelare fondato sulla paura del nuovo e del diverso. Soprattutto, l’Italia sta sprofondando ogni giorno di più in una spirale di odio e intolleranza alimentata consapevolmente, dall’alto, tramite le più spregiudicate tecniche di comunicazione.

Quale miglior momento per i Jovanotti, le Mannoia, i Caparezza, di mettersi insieme e organizzare un grande, liberatorio concerto di protesta e solidarietà contro la xenofobia e il razzismo imperante? Di levare alta la voce che aborrisce l’egoismo governante di Salvini, cui si sono sfacciatamente svenduti gli effimeri propositi ugualitaristi grillini?

Un evento a cui chiunque possa partecipare senza dover inalberare una bandiera, che faccia percepire quanto è grande – perché lo è – il disgusto popolare per la pozzanghera di cattivismo nel quale ci costringono quotidianamente a sguazzare. Un “Live Aid” nostrano a cui invitare anche artisti da tutto il mondo, visto che ormai siamo tristemente famosi oltre confine per aver trasformato il paese dell’accoglienza in un laboratorio di pessime pratiche xenofobe e securitarie.

Non tweet isolati, non post indignati, ma musica che unisce. Sogno una scaletta potente di pezzi ferocemente buonisti, che ci ridia l’orgoglio della nostra coscienza solidale e rigetti in faccia agli egoisti le loro miserabili vendette contro i più deboli. Un grido collettivo contro il razzismo, incarnato senza se e senza ma nell’onnipresente faccione di Matteo Salvini. Un’occasione in cui recuperare finalmente l’adesione dei giovani, i grandi assenti dalla scena pubblica italiana di questi anni.

Insieme alla musica, ci sia una grande raccolta fondi. Per Emergency, Medici Senza Frontiere, la Caritas; ma anche per Radio Radicale, simbolo di tutte le voci libere che si vorrebbero oggi far tacere per lasciare libero il campo alle operazioni di narcotizzazione dell’opinione pubblica.

Questa ce la dovete, voi che vi siete sempre presi i nostri applausi per i buoni sentimenti delle vostre canzoni; è il momento di dimostrare che non “sono solo canzonette” e che, anzi, “sarà la musica che gira intorno, saremo noi che abbiamo nella testa un maledetto muro”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...